A seguito della variazione peggiorativa del contesto epidemiologico nel comune di Corinaldo e nel territorio circostante, si comunica che a decorrere dal 30 dicembre 2021 vengono interrotte le visite in presenza dei familiari/visitatori.

Nei prossimi giorni verrà ripristinata la modalità di incontro dietro le vetrate con il supporto audio.

Al seguente link il “Patto per la condivisione del rischio” aggiornato: Patto per la condivisione del rischio_Rev. 4

Si pubblica il documento “Patto per la condivisione del rischio” redatto in ottemperanza all’Ordinanza del Ministero della Salute del 08.05.2021 e ss.mm.ii., ed aggiornato in seguito alla pubblicazione in G.U. del D.L. 24.12.2021, n. 221.

Il documento integrale al presente link: Patto per la condivisione del rischio_Rev. 3

Si svolgerà mercoledì 8 dicembre 2021 alle ore 17.00 la cerimonia di intitolazione della struttura in Via S. Maria Goretti, 1 (ex Asilo, oggi Comunità Il Cedro) alla Sig.ra Leontina Capotondi Londei.

Al seguente link il volantino dell’evento: Volantino

 

Si pubblica l’aggiornamento del “Patto per la condivisione del rischio”, redatto in ottemperanza all’Ordinanza del Ministero della Salute del 08.05.2021 e ss.mm.ii., completo delle novità introdotte dal D.L. 26.11.2021, n. 172.

Documento disponibile al seguente link: Patto per la condivisione del rischio_Rev. 2

Di seguito si riportano le modalità di accesso dei familiari/visitatori/volontari alla Casa di Riposo e Residenza Protetta per Anziani in vigore dal 6 dicembre 2021:

a) L’ingresso è consentito solo a visitatori o familiari o volontari in possesso di Certificato Verde rafforzato (di cui al D. L. 26 novembre 2021, n. 172).

b) Gli incontri avvengono nel pieno rispetto delle misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del contagio, quali: igiene delle mani con gel disinfettante, impiego corretto della sola mascherina FFP2 o superiore (no chirurgica), distanziamento di almeno 1 metro tra Ospite e visitatore.

c) Ciascun Ospite potrà ricevere al massimo 1 familiare/visitatore per incontro.

Al fine di garantire la rotazione di tutti i familiari/visitatori, ogni Ospite potrà ricevere al massimo n. 2 visite alla settimana.

In specifiche condizioni cliniche/psicologiche, ovvero nelle fasi del fine vita, la visita all’Ospite si potrà svolgere in camera previa esclusiva autorizzazione del Responsabile di Struttura e nel pieno rispetto dei protocolli anti-Covid vigenti. La visita potrà avvenire esclusivamente per un solo familiare/visitatore alla volta.

d) All’ingresso i familiari/visitatori sono tenuti a:

    • esibire la Certificazione Verde rafforzata al personale preposto all’accoglienza;
    • sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea da parte del personale interno incaricato;
    • igienizzarsi le mani con il gel disinfettante;
    • compilare il questionario sulle condizioni di salute correlabili a Covid-19;
    • firmare il “Patto per la condivisione del rischio”.

È vietato introdurre oggetti e alimenti portati da casa se non in accordo con il Responsabile di Struttura (possono essere introdotti solo oggetti sanificabili secondo le procedure ordinarie).

I visitatori sono tenuti, inoltre, al rispetto di ogni indicazione fornita dal personale della Struttura.

Qualora il familiare/visitatore rifiuti l’adesione alle indicazioni di cui sopra, non potrà avere accesso alla Struttura.

Il registro degli accessi verrà conservato per almeno 14 giorni.

e) Le visite si svolgeranno esclusivamente in due postazioni:

  • sala incontri piano terra con i seguenti orari: 9.30 – 10.00 – 10.30 – 11.00 – 15.00
  • salottino del 1° piano con i seguenti orari: 9.45 – 10.15 – 10.45 – 11.15 – 16.00

La durata massima della visita è di 30 minuti per ciascun Ospite; durante l’incontro le finestre della stanza dovranno rimanere aperte e la porta di collegamento alla Struttura chiusa.

f) Le uscite degli Ospiti dalla Struttura vengono bloccate.

g) E’ sconsigliato l’accesso dei minori di 6 anni per i quali non sia possibile garantire il rispetto delle misure di prevenzione.

h) Resta, comunque, attivo il sistema di supporto affettivo attraverso le videochiamate, da programmarsi con le modalità condotte finora (prenotazione del turno e durata massima di 15 minuti per ciascun ospite).

i) Per i MMG è richiesta l’esibizione della Certificazione Verde rafforzata, la compilazione del modulo di autodichiarazione, l’igiene delle mani, la misurazione della temperatura corporea e l’uso dei calzari.

l) Per i manutentori e prestatori d’opera a qualsiasi titolo è richiesta l’esibizione della Certificazione Verde rafforzata, la compilazione del modulo di autodichiarazione, l’igiene delle mani, la misurazione della temperatura corporea e l’uso dei calzari. Inoltre, essi sono tenuti a non essere presenti nello stesso luogo contemporaneamente agli ospiti ed al personale e devono utilizzare sempre la via di uscita più vicina al luogo di lavoro.

m) Per i fornitori permane l’obbligo di scarico del materiale all’esterno della Struttura, poiché gli operatori si occuperanno della sistemazione all’interno.

n) La capienza massima della camera mortuaria rimane di n. 5 persone presenti contemporaneamente; eventuali visitatori in eccesso sono tenuti ad attendere all’esterno il loro turno. Nessun visitatore potrà accedervi dalle aree interne della Struttura, né potrà far uso dei servizi igienici interni.

 

Il personale in turno è tenuto a verificare il rispetto di tutte le regole e ha facoltà di allontanare dalla Struttura coloro che non le osservano puntualmente.